Invictus al cinema

images.jpegEsce oggi l’ultimo film di Eastwood. Al centro una vicenda sportiva dai risvolti politici, che vede protagonista Nelson Mandela interpretato da Morgan Freeman. Eastwood con i suoi film mi ha davvero commosso, e soprattutto è stato in grado di disegnare pezzi di realtà sui quali troppo poco spesso ci fermiamo a riflettere.

Oggi su Repubblica.it c’è una recensione di Saviano che ha visto il film in anteprima. Si conclude così:

“Esco dalla sala contento che il vecchio Clint non sbagli un colpo come speravo. Il Sudafrica oggi è quanto di più lontano esista dal paradiso arcobaleno in cui molti avevano sognato ma questo non toglie nulla alla lezione eastwoodiana di come la politica sappia essere cosa diversissima di quella che abbiamo tutti giorni sotto gli occhi. Di come possa essere, in tutti i sensi, il sogno di un uomo e di un popolo ancora desideroso di conquistare diritti e felicità. Che Nelson Mandela ha descritto con queste parole del poeta Henley: “Sotto i colpi d’ascia della sorte, il mio capo sanguina, ma non si china…. Non importa quanto sia stretta la porta… quanto piena di castighi la vita/ Io sono il padrone del mio destino. Io sono il capitano della mia anima”.

 

 

Invictus al cinemaultima modifica: 2010-02-26T09:49:01+01:00da claudioscara
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento